Covid-19 buoni spesa: risorse limitate, il Comune cerca altri fondi

In seguito all’elevato numero di domande presentate, sulla base della tendenza registrato finora e della stima relativa alle potenziali richieste che potrebbero giungere nelle prossime ore, il budget messo a disposizione della Città con l’Ordinanza del Capo del dipartimento della Protezione civile e destinato alla fornitura buoni spesa per le persone in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19, è stato quasi completamente usato. La Città di Torino ha avviato le verifiche dei requisiti sulle domande pervenute e dato corso alle procedure per l’assegnazione dei buoni spesa a partire dalla giornata di oggi, lunedì.

Per le nuove richieste (che saranno comunque prese in carico), a titolo a cautelativo e in attesa di stabilire l’entità delle risorse ancora disponibili o che si libereranno in seguito alla verifiche in corso – si legge in una nota – viene sospese l’erogazione dei buoni spesa. Queste persone saranno contattate e sarà offerta loro una forma di aiuto alternativa al buono spesa.

La Città è riuscita ad acquisire le domande e a prendersi in carico all’incirca 11 mila nuclei familiari con questo strumento dei Buoni spesa per un valore complessivo di all’incirca 4 milioni di euro, ed è già impegnata per poter proseguire questa azione, sempre più indispensabile. “È indubbio che, in contesto di grave difficoltà per molte famiglie e di risorse non illimitate, risultano quanto mai importanti la solidarietà, la generosità e le donazioni di chiunque abbia la possibilità di contribuire con un aiuto concreto, dalle grandi realtà ai singoli cittadini” continua il comunicato.

“A tal proposito ricordiamo che la Città di Torino ha aperto un conto corrente solidarietà presso Banca Unicredit per raccogliere le donazioni da destinare alle persone in difficoltà economiche per consentire loro di poter fare la spesa di beni alimentari di prima necessità. Chi lo desidera può effettuare una donazione con bonifico bancario a favore del Comune di Torino, IBAN IT69L0200801033000104431330 con la causale: Torino Solidale art. 66 dl 18/2020. Inoltre, per le offerte di cibo o di altri beni di prima necessità, la Città di Torino ha anche attivato l’indirizzo mail torinosolidale@comune.torino.it”.