Cuneo. Riqualificazione energetica e messa in sicurezza alla Scuola Media di Via Bersezio

Sono stati consegnati nei giorni scorsi i lavori per la riqualificazione energetica e la messa in sicurezza della Scuola Media di Via Bersezio a Cuneo. Il primo lotto di interventi prevede la sostituzione dei serramenti esterni del piano seminterrato (compresi i locali spogliatoi e delle varie palestrine), della palestra a piano terra e dei due vani scala interni.

I restanti serramenti esterni (aule dal piano terra fino al terzo piano) verranno cambiati direttamente dalla ditta Siram nell’ambito dell’appalto del servizio pluriennale per la gestione del calore. Si procederà poi, in questo primo lotto, con l’installazione di valvole termostatiche regolabili su tutti i radiatori dei locali scolastici, la coibentazione con panelli calpestabili del solaio sottotetto (non utilizzato) e dei cassonetti degli avvolgibili presenti in alcuni locali, oltre alla sostituzione degli stessi avvolgibili. I lavori si completeranno con la rimozione della scala di sicurezza esterna metallica, al di sopra del piano rialzano, ormai vecchia e non più necessaria e il posizionamento, in alcuni locali, di controsoffittatura antisfondellamento certificata.

“Abbiamo incontrato la Dirigente Scolastica per concertare le modalità dell’inizio del cantiere” commenta l’Assessore ai Fabbricati Scolastici Mauro Mantelli. “Si tratta di un intervento corposo, reso possibile sia grazie al finanziamento del programma Fondo Kyoto ottenuto recentemente dall’Amministrazione comunale che all’intervento della Siram, società che si occupa della gestione del calore in tutti gli edifici di proprietà comunale a seguito del project financing stipulato circa due anni fa”.

“Nell’ottica degli obiettivi che stiamo perseguendo con il Piano Strategico Cuneo Sostenibile 2030, continuiamo a lavorare per migliorare la qualità ambientale e garantire il diritto allo studio in scuole sempre più sicure e attente alle esigenze delle nuove generazioni. Anche per questo desidero ringraziare pubblicamente il personale del settore per il prezioso lavoro che sta svolgendo nel reperire finanziamenti per la progettazione e l’attuazione di interventi che altrimenti sarebbe difficile realizzare”. I lavori, che complessivamente ammonteranno a circa 400.000 euro finanziati dal Ministero dell’Ambiente tramite il fondo Kyoto, saranno eseguiti dalla ditta Pullara Srl (AG), aggiudicataria del bando.