Dopo 9 anni Barzagli ha lasciato la Juventus

Un fulmine a ciel sereno in casa Juve. Andrea Barzagli lascia dopo 9 anni. L’ex difensore dal 25 settembre scorso era nello staff tecnico di Maurizio Sarri. Ora ha scelto di lasciare l’incarico con effetto immediato, a prescindere dalla possibile conclusione della stagione. “Ho deciso di fare una scelta di vita”. Lo ha scritto Barzagli su Instagram. “È stata una scelta di cuore. Non per questo non sofferta. Ma sentivo l’esigenza di vivere maggiormente la mia famiglia che, silenziosamente in tutti questi anni, ha appoggiato e accompagnato le mie scelte professionali. Ho scelto di privilegiare, oggi, una famiglia a dispetto di un’altra, la Juventus, a cui sarò sempre legato ed eternamente grato. Ma era giusto scegliere”.

Andrea Barzagli ha comunicato la sua decisione al presidente Andrea Agnelli nei giorni scorsi. “Il mio pensiero corre a chi mi ha dimostrato sempre la massima stima e la totale vicinanza professionale e umana – scrive – il presidente, il mister, Fabio e Pavel. Figure che hanno contribuito alla mia crescita e che con discrezione e amicizia hanno camminato al mio fianco. I grazie sarebbero tantissimi: ai compagni, ai tifosi, ai professionisti che lavorano ogni giorno per rendere la Juventus ciò che e?! Riassumo tutto in un grande e gigantesco: fino alla fine forza Juventus. Sempre vostro, Andrea!”.

Nelle prossime settimane Barzagli (39 anni) dovrebbe trasferirsi con la famiglia a Firenze, la sua città. Solo in seguito deciderà se riprendere o meno la carriera da allenatore. Subito dopo aver appeso gli scarpini al chiodo, nell’estate del 2019, Barzagli ha conseguito il patentino Uefa B come allenatore di base per poi accettare, all’inizio dell’autunno scorso, l’incarico nello staff di Maurizio Sarri. Da calciatore è stato uno dei perni della difesa della Juve, tra il 2011 e il 2019, vincendo 8 scudetti consecutivi.