Elio Germano al concerto per la pasionaria No Tav

C’era anche Elio Germano al concerto “Suoni di libertà” organizzato davanti al carcere delle Vallette di Torino come forma di solidarietà per la “pasionaria” NoTav Nicoletta Dosio.

Elio GermanoL’iniziativa è stata promossa a un mese esatto dalla carcerazione dell’ex insegnante di greco e latino, residente a Bussoleno, storica militante nella battaglia contro la linea dell’alta velocità Torino-Lione. L’attore romano era di passaggio ma ha voluto portare il suo contributo “per rappresentare tante persone che nel mio mondo sono vicine a Nicoletta e al movimento NoTav” sottolinea Germano che da oltre un anno è sceso in campo a favore della lotta, dichiarando la sua opposizione al progetto.

L’attore ha spiegato di essere presente per supportare “la “pericolosa terrorista” che così tanto preoccupa le istituzioni del nostro Paese. È curioso che in un Paese fondato su malaffare, su mafie, su rapporti di corruzione, con tante cose che cascano a pezzi, le nostre istituzioni si preoccupano di chi manifesta il proprio dissenso o pensa con la propria testa”. E aggiunge, ringraziando tutto il Movimento “ci stupisce uno a un certo punto perché rientra nel pacchetto che hanno prestabilito per noi”.

Al presidio musicale anche Torino old school band con Count Ferdi e Cato dei The Bluebeaters, Papanico degli Africa Unite, MrTbone dei The Uppertones e Josè Luggia della Soulful orchestra, insieme con Egin e Mauràs per “scaldare il cuore di Nicoletta con la musica e le voci di chi le vuole bene e la vuole libera”. Germano è l’ultimo artista a mobilitarsi per Nicoletta Dosio. Tra i primi c’era stato lo scrittore Erri De Luca, con una poesia per Nicoletta.