Milan-Torino 1-0: il Toro perde ancora e la classifica non è rassicurante

Milan-Torino 1-0. Un Diavolo concreto batte di misura il Toro, alla quinta sconfitta consecutiva, e agguanta Verona e Parma al sesto posto che vuol dire Europa League. Il Milan di Pioli è distratto ed impreciso ma viene salvato dal solito Rebic, cinque gol in campionato, un altro in Coppa Italia, l’uomo del momento.

Paquetá ha il merito di mettere il piede nell’azione del vantaggio, favorendo la fuga di Castillejo. Il Diavolo sblocca la partita all’improvviso, grazie al cross dello spagnolo e al guizzo di Rebic, che si fa beffa di Lyanco. Il Torino protesta per un contatto tra lo stesso Castillejo e Berenguer all’inizio dell’azione. Il granata cade e perde il pallone. Fabbri, dopo un rapido consulto con La Penna alla Var, decide di non intervenire.

Il Toro perde ancora e la classifica non è rassicurante. Il Milan trema alla fine del primo tempo quando Kajer alza bandiera bianca e chiede il cambio per un affaticamento muscolare. Pioli vuole mandare in campo Musacchio, che però si rifiuta, facendo segno alla panchina di avere un problema al polpaccio. Così l’allenatore fa debuttare il giovane Gabbia.

Nella ripresa il Milan spreca due opportunità, prima con Ibra e dopo con Castillejo. Il Toro alza il baricentro e sfrutta meglio le fasce. Longo punta su Zaza al posto di Edera. Il Milan sembra stanco e molla a centrocampo. Pioli corre ai ripari, togliendo Paquetá per Bonaventura. Alla fine arrivano i tre punti.