Primo passaggio per la rete a idrogeno alpina

Il Piemonte ha chiesto alle 48 Regioni che fanno parte di Eusalp impegni di sistema per l’economia verde e circolare, con particolare riguardo alla costituzione di una filiera alpina per la produzione di idrogeno da fonti rinnovabili. Durante la cerimonia per il passaggio di consegne della presidenza dell’ente, svoltasi a Lione, ha ribadito di volersi adoperare per la realizzazione di infrastrutture a idrogeno per il trasporto pubblico e privato e ha chiesto ai partner di «fare squadra», soprattutto alla Francia con la quale sono stati avviati negoziati per realizzare la valle dell’idrogeno.

L’assessore regionale all’Ambiente ricorda che l’idrogeno ha enormi vantaggi rispetto alle altri fonti energetiche, in quanto è pulito, ha emissioni zero, può essere prodotto dove viene consumato, è flessibile perché può essere impiegato nei trasporti, per i riscaldamenti, nelle aziende.

Per questi motivi la Regione Piemonte sta già lavorando con Auvergne-Rhône-Alpes ad un progetto europeo sull’idrogeno, ma ritiene che sia venuto il momento che tutte le Regioni alpine facciano insieme questa scelta, sostenibile, efficiente e di libertà, perché con l’idrogeno le Alpi potranno essere energeticamente indipendenti.