Tra le braccia di un gigolò di Roberta Caradonna al Salone del Libro di Torino

La scrittura rappresenta il suo riscatto: Roberta Caradonna rinasce grazie alle parole e quindi ai suoi due libri. E adesso è in trepidazione per il suo terzo lavoro, dal titolo: “Tra le braccia di un gigolo”, edito da Mosaico Edizioni, che sarà presentato al Salone del Libro di Torino.

La storia di Roberta Caradonna

Roberta ha scoperto il suo talento grazie al marito Ivano. E’ a lui che deve la sua rinascita professionale. La donna infatti ha perso il lavoro. L’autrice toscana prima di confrontarsi con il mondo dell’editoria, lavorava in una fabbrica, lavoro che ha svolto per 25 anni. Dopodiché si è ritrovata senza occupazione. Da qui la forza di ricominciare da zero. Nasce così “L’amore non ha pregiudizio” dove il protagonista, un giornalista sta per sposarsi ma… Dopo due anni nasce “Verso una nuova vita”, un romance ambientato in carcere con un fuga d’amore..

Altra storia, altra ambientazione per il suo terzo lavoro: “Tra le braccia di un gigolò”, dove l’autrice vuol dimostrare alle persone, i suoi lettori, che oltre la professione c’è una persona.

La biografia dell’autrice

Roberta Caradonna, classe 1972, è nata a Colle di Val D’Elsa. Appena conclusa la scuola Media, ha iniziato a lavorare in fabbrica, e l’ha fatto per 25 anni sino a quando, a causa della crisi economica del Paese, ha perso il lavoro. Questo le ha dato la spinta per realizzare il suo più grande sogno: pubblicare un libro. Ha due genitori che definisce “fantastici”, Paola e Giovanni, un marito che ama, Ivano, e tanti amici che rendono ricca la sua vita. Ha pubblicato due romanzi: L’amore non ha pregiudizio e Verso una nuova vita, entrambi editi da Youcanprint.

La casa editrice

Mosaico edizioni è una nuova casa editrice, che ha sede a Torino e a Modena, nata a dicembre del 2019, dalla passione per il mondo dei libri e della cultura di due giovani giornalisti: Eleonora Marsella e Flavio Passi. La casa editrice vanta già cinque titoli nel suo catalogo e tre in uscita.