Cuneo: lunedì prossimo non ci sarà un libera tutti

Le attuali disposizioni sono operative fino a lunedì 4 maggio, quando entreranno in vigore le disposizioni contenute nel DPCM del 26 aprile. A tal proposito è bene ribadire che da lunedì prossimo non ci sarà un “libera tutti”, in quanto rimarranno operative molte limitazioni agli spostamenti. Si ricorda che sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. La vera novità è che vengono considerati necessari gli spostamenti per incontrare congiunti (parenti o affini) purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate protezioni delle vie respiratorie. Inoltre, pur rimanendo vietato svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto, sarà consentito svolgere individualmente (ovvero con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti) attività sportiva o attività motoria, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività.
Per la tutela della salute di tutti e per non vanificare gli sforzi fatti fino ad oggi con comportamenti a rischio (che causerebbero un inevitabile peggioramento della situazione), è quindi importante continuare ad essere responsabili e corretti nell’osservare le misure di prevenzione che ci sono state indicate.
È stato inoltre stabilito di effettuare una nuova pulizia e sanificazione dei portici (era stata già eseguita nella settimana dal 18 al 25 marzo, quando si era stabilito di anticipare quella annuale), in modo da sanificare tutte le aree compresi pilastri, rastrelliere delle biciclette e panchine in pietra. La pulizia, che riguarderà tutte le aree porticate di altipiano e frazioni, inizierà nella giornata di martedì 5 maggio.

Come previsto dal Decreto regionale n. 49 del 30 aprile 2020, da lunedì 4 maggio su tutto il territorio comunale sarà autorizzata l’attività di ristorazione da asporto nella fascia oraria 6-21. I titolari delle attività che intendono avviare il servizio (bar, pub, ristoranti, pizzerie, gelaterie e pasticcerie) devono darne comunicazione al Comune compilando l’apposito modulo scaricabile dal sito internet del Comune nella pagina “Emergenza Covid 19 a Cuneo” (www.comune.cuneo.it/emergenza-covid-19-a-cuneo.html) e inviandolo a mezzo Pec a protocollo.comune.cuneo@legalmail.it.
Nel Decreto sono previste alcune prescrizioni che l’esercente ha la responsabilità di far rispettare pena la sospensione immeditata dell’attività:
· In attesa dell’ingresso la distanza minima in coda deve essere di 2 metri;
· Il ritiro dei prodotti, ordinati da remoto, deve avvenire per appuntamenti dilazionati nel tempo, allo scopo di evitare assembramenti all’esterno e consentendo nel locale la presenza di un cliente alla volta, assicurando che permanga il tempo strettamente necessario alla consegna;
· Ogni cliente, così come il personale in servizio, dovrà indossare la mascherina;
· In ogni atto e movimento tra gli addetti alla vendita ed il cliente deve essere mantenuta la distanza minima di due metri.

Ricordiamo infine, come segnalato nella comunicazione del 1 maggio, che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha comunicato di aver prorogato al 15 giugno il termine ultimo per la sostituzione delle gomme invernali.
Per ultimo si ricorda che, fino alla fine della prossima settimana, l’ascensore inclinato sarà chiuso per permettere di effettuare le operazioni di adeguamento alle nuove normative sul distanziamento sociale.