Incentivare l’uso della bici a Torino: è l’obiettivo della fase 2

Oggi, lunedì 4 maggio, inizia la fase 2 dell’emergenza coronavirus. Il sindaco Chiara Appendino ha illustrato l’immediato futuro della mobilità torinese.

Anche l’Organizzazione mondiale della sanità suggerisce l’uso della bici quale mezzo meno a rischio di contagio. Da oggi gli spostamenti andranno differenziati per tentare di ridurre l’uso dell’auto privata a Torino (per una questione di gestione del traffico e ambientale) e dei mezzi pubblici.

Il primo cittadino invita ad usare “mezzi individuali sostenibili” facendo riferimento soprattutto alla bicicletta. Tra le sue proposte anche quella, per i dipendenti comunali, di far rientrare nell’orario di lavoro lo spostamento in bici tra casa e ufficio. Per la Fase 2 la Città di Torino ha messo in piedi un piano per la mobilità che comprende 80 km di piste ciclabili e 2 mila biciclette a pedalata assistita.